Aprile 2012

  1. Vai alla navigazione
  2. Vai all navigazione secondaria
  3. Vai al contenuto
 
 
 
Aprile 2012
 
www.centroconsumatori.tn.it/794d834.html
 

Navigazione secondaria

News
 

Contenuto

Newsletter
Abbonatevi gratuitamente al Pronto Consumatore in versione di newsletter per essere sempre aggiornati sulla tutela del consumatore.

 
 

NEWSLETTER APRILE 2012

Tutela Consumatori

Relazione annuale 2011: 275.000,00 Euro recuperati a favore dei consumatori trentini
Nel corso del 2011 è stato confermato il ruolo di riferimento del CRTCU per cittadini e consumatori trentini coinvolti in problematiche attinenti il rapporto con le aziende. I settori del commercio, della telefonia ed energia sono quelli maggiormente diffusi. Un aumento si è registrato anche nelle problematiche che riguardano banche e assicurazioni. In linea con l’anno precedente il totale delle somme recuperate per i consumatori: 275.036,00 Euro.
Per maggiori informazioni:
http://www.centroconsumatori.tn.it/download/141dext06qOB1.pdf

Osservatorio energia

Bollette aumentate del 15% in un anno. Attenzione ai contratti da 4,5 kW: lo stesso consumo costa il 51% in più!
La voce “elettricità” pesa sempre di più sul bilancio delle famiglie. Dal febbraio del 2011 il costo della bolletta elettrica è lievitato del 15%, per un consumo di 2700 chilowattora e 3 chilowatt di potenza disponibile (420 euro nel febbraio del 2011, 486 euro nel marzo 2012). Per le famiglie diventa sempre più necessario valutare le offerte più convenienti attraverso il calcolatore on line (cd. “trovaofferte”) dell’Autorità per l’Energia elettrica e il Gas (www.autorita.energia.it)
Per maggiori informazioni:
http://www.centroconsumatori.tn.it/download/141dextuLuaVW.pdf


Telecomunicazioni

250.000 Euro di sanzione a TeleTu per prassi commerciale sleale: ostacola di diritto di recesso!
La fattispecie: dopo aver dato il consenso telefonico all’attivazione del servizio con TeleTu Opitel S.p.a., una volta inviato il recesso entro i 10 giorni e dunque nei tempi e nei modi previsti dal Codice del Consumo, il contratto veniva comunque attivato immediatamente e la raccomandata non veniva presa in considerazione tanto da rendere impossibile o quantomeno molto complicato rientrare con il vecchio gestore o ripristinare lo status quo antecedente alla telefonata commerciale. Dopo la segnalazione del CRTCU, la pratica commerciale è stata ritenuta scorretta dall’Antitrust (tanto da aumentare la sanzione da 220.000 a 250.000 Euro) anche alla luce del fatto che TeleTu, in passato era risultata destinataria di provvedimenti simili. Maggiori informazioni: http://www.agcm.it http://www.centroconsumatori.tn.it/download/141dextNd0M9Q.pdf


Telecomunicazioni

Poste Italiane S.p.a. deve risarcire il denaro sottratto a seguito di frode informatica! Ancora una vittoria dei consumatori grazie all’Arbitro Bancario e Finanziario!
Soddisfazione per la vittoria nei confronti di Poste Italiane Spa grazie al ricorso all’Arbitro Bancario e Finanziario. Il caso di un consumatore che si era rivolto a noi per assistenza a cui erano stati sottratti 1.000,00 Euro dalla propria carta Postepay dopo aver effettuato acquisti da un sito di commercio on-line. Denunciata la frode, Poste Italiane S.p.a. rispondeva che “erano spiacenti” ma non potevano procedere al rimborso”. Solo dopo il ricorso il consumatore ha ottenuto il rimborso di 850,00 €, tolta la franchigia per legge di 150,00 €.
Per maggiori informazioni: www.arbitrobancarioefinanziario.it e http://www.centroconsumatori.tn.it/download/141dextuXG63k.pdf

Giochi d’azzardo

Le giocate aumentano in modo vertiginoso: superata la spesa media per l’abbigliamento
Nel 2011 i trentini e gli altoatesini assieme, hanno speso circa 666 milioni di euro per giochi d’azzardo legali. Ciò corrisponde a ben 1.270 euro pro capite, contando anche i neonati e gli ultranovantenni. Sui videopoker ricade la maggior parte delle giocate, ca. il 67%. Con l’aumentare delle giocate aumenta concretamente anche il rischio di una vera e propria “dipendenza da gioco”. In molti sottovalutano la situazione, credendo di avere sotto controllo il proprio comportamento verso il gioco d’azzardo. Le conseguenze finanziarie ed economiche del fenomeno sono notevoli e altrettanto preoccupanti. Il CRTCU chiede un rafforzamento delle misure di prevenzione in Trentino.
Maggiori informazioni: http://www.centroconsumatori.tn.it/download/141dextZIl3DA.pdf

Mediazione obbligatoria

Risarcimenti rc-auto e liti condominiali:
dal 20 marzo 2012 prima di adire alla giustizia ordinaria si deve conciliare

300.000 liti legate all’rc-auto, 20.000 cause relative a questioni condominiali. Con questi dati relativi ai Tribunali ordinari in Italia, dal 20 marzo 2012, sarà estesa, anche in Trentino, la mediazione obbligatoria delle controversie relative alle assicurazioni auto e alla casistica condominiale. Il CRTCU ha stipulato un protocollo di intesa con la Camera di Commercio I.A.A. di Trento che vanta una lunga esperienza in materia di conciliazione volontaria.
Maggiori informazioni:
http://www.tn.camcom.it/HomePage/FunzionieCompetenze/RegolazioneDelMercato/Conciliazione.htm
http://www.centroconsumatori.tn.it/download/141dextoygrwg.pdf

Il caso del mese

I rilevatori di gas non sono obbligatori
Da qualche mese in Trentino si aggirano venditori di rilevatori di gas facendone intendere l’obbligatorietà, prezzo ca. 200 Euro. Solo con una lettura attenta del contratto si capisce che il personale non opera per conto di nessuno se non per proprio conto e soprattutto che i rilevatori di gas, negli appartamenti, non sono obbligatori. Il codice del consumo (DLgs 206/05, artt. 45-49) mira a tutelare il consumatore dai possibili rischi derivanti anche da queste pratiche commerciali, poiché quest'ultimo può essere preso alla sprovvista e spesso non è in condizione, viste le circostanze della vendita, di raffrontare la qualità ed il prezzo dell'offerta con quelli di altre offerte, I consumatori che si sono rivolti al CRTCU hanno inviato lettera di recesso entro 10 giorni dalla stipula del contratto inviando rar all’indirizzo indicato nel contratto e rispendendo a proprie spese la merce. La ditta deve restituire l’eventuale prezzo pagato entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione del recesso.
Per informazioni: http://www.centroconsumatori.tn.it/151d230.html

Alimentazione

Uova di Pasqua: le informazioni che servono
In periodo di Pasqua i consumatori chiedono chiarimenti sulle etichette delle uova di Pasqua o del cioccolato prodotto e venduto in varie forme. Per questo riteniamo opportuno riportare di seguito le indicazioni obbligatorie che devono comparire sull’etichetta del cioccolato.
Maggiori informazioni: http://www.centroconsumatori.tn.it/146d497.html

 
 

stamparespedireTop
Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti - via Petrarca, 32 - 38100 Trento
Tel. 0461-984751 | Fax 0461-265699 | Orario: Lun - Ven 10 - 12 e 15 - 17
www.centroconsumatori.tn.it | info@centroconsumatori.tn.it