Marzo 2012

  1. Vai alla navigazione
  2. Vai all navigazione secondaria
  3. Vai al contenuto
 
 
 
Marzo 2012
 
www.centroconsumatori.tn.it/794d835.html
 

Navigazione secondaria

News
 

Contenuto

Newsletter
Abbonatevi gratuitamente al Pronto Consumatore in versione di newsletter per essere sempre aggiornati sulla tutela del consumatore.

 
 

NEWSLETTER MARZO 2012

RISPARMIO

L'importanza di leggere i contatori
Scrive il prof. Luca Mercalli nel suo ultimo libro su come vivere in un
mondo con meno energia e meno risorse: "Chiedo spesso alle conferenze se qualcuno mi sa dire quanti chilowattora (kWh) di elettricità consuma ogni anno, quanti metri cubi di gas o d'acqua. Risposta: il silenzio". Ecco allora qualche utile consiglio:
1. Nella lettura delle bollette dell'energia e del gas è utile controllare
l'importo da pagare e imparare a leggere i riquadri in cui sono riepilogate le cd. "letture" del contatore
2. Almeno una volta al mese ci si può annotare le letture dal proprio
contatore
3. Una volta all'anno si può fare anche la lettura del contatore: i
fornitori consentono la possibilità della cd. "autolettura".
Infine sapere se quotidianamente si consumano 6 kWh oppure 18 kWh fa una bella differenza, non solo in termini di kWh, bensì di denaro che possiamo risparmiare! E ovviamente è molto importante anche conoscere esattamente il proprio consumo annuale, anche per poter confrontare le offerte dei venditori fra di loro (vedi il Trovaofferte sul sito dell'Autorità per l'energia elettrica).
Maggiori informazioni: http://www.autorita.energia.it

SICUREZZA PRODOTTI

Giocattoli sicuri, non solo a carnevale: coriandoli, stelle filanti,
schiume e vestiti devono essere a norma!

Il D.Lgs. 54/2011 definisce giocattoli quei prodotti progettati, in modo
esclusivo o meno, ad essere utilizzati per fini di gioco da bambini di età inferiore a 14 anni. I giocattoli, comprese le sostanze chimiche che contengono, non devono compromettere la loro sicurezza, la loro salute o quella di terzi. Quindi anche coriandoli, stelle filanti, schiume e vestiti da carnevale sono da considerarsi giocattoli. In etichetta devono comparire il nome del fabbricante, la loro denominazione commerciale registrata o il loro marchio e l'indirizzo dove possono essere contattati oltre a un numero di lotto. Si presumono sicuri i giocattoli che riportano in etichetta la marcatura CE, che deve avere le corrette proporzioni. La forma grafica della marcatura CE è l'unica forma immediata di verifica di prodotti sicuri per il consumatore. Per i vestiti invece, alt a cordoncini e lacci presenti nella zona del collo e in vita che possono rimanere impigliati nelle biciclette o nelle porte.
Maggiori informazioni:
http://www.salute.gov.it/dettaglio/dettaglioNews.jsp?id=1901&tipo=new

CONFRONTI TARIFFARI

Eurospar/Orvea/Poli/CoopSuperstore: comparazione supermercati gennaio 2012
Confermate le differenze minime tra i diversi gruppi della grande distribuzione: nessun vantaggio dalla concorrenza per i consumatori

Nella settimana dal 23 al 27 gennaio 2012, il CRTCU in collaborazione con il CDC del Trentino ha effettuato una rilevazione di 550 referenze presso il Poli di via Maccani, l'Orvea di S. Pio X, l'Eurospar e CoopSuperstore di viale Verona per verificare l'indice della concorrenza tra i gruppi commerciali. I risultati della comparazione hanno evidenziato una differenza massima tra i diversi punti vendita di 2,20 euro ogni 100 euro di spesa e un cambio dell'ordine di classifica rispetto alla rilevazione precedente (alla quale è stato aggiunto l'Eurospar del gruppo Aspiag). Dati i risultati dell'indagine, in particolare la poca differenza di prezzo del carrello campione tra le quattro grandi marche della distribuzione, non è possibile indicare un punto vendita a scapito di un altro. L'unico consiglio praticabile per i consumatori è scegliere il punto vendita a seconda dei settori di spesa dove si spende di meno.
Maggiori informazioni:
http://www.centroconsumatori.tn.it/download/141dextzC3sJZ.pdf

ACQUISTO CASA

La tutela dell'acquirente di immobili da costruire in caso di fallimento
del costruttore

Il D.lgs. n. 122/05 tutela chi intende comprare un immobile non ancora costruito o in costruzione, ristrutturazione o ricostruzione, per il quale sia già stato rilasciato il permesso di costruire (non prima del 22 luglio 2005 però!) ma per cui non sia ancora possibile chiedere il certificato di agibilità. Il rischio maggiore per chi si accinge ad acquistare questo tipo di immobili è quello di vedere fallire l'impresa costruttrice prima di avere acquisito la proprietà dell'abitazione e di vedere così sfumare, forse per sempre, anche le somme già versate. Le tutele a disposizione degli acquirenti sono:
1. la consegna di una fidejussione bancaria o assicurativa a copertura delle somme via via versate. Attenzione, prima di versare qualsiasi somma, verificatene l'esistenza e l'autenticità.
2. Il costruttore deve consegnare all'acquirente un contratto di assicurazione della durata di dieci anni per la copertura dei danni derivanti dalla rovina dell'immobile o da gravi difetti di costruzione.
3. Gli acquirenti di immobili da costruire non sono soggetti all'eventuale azione revocatoria fallimentare se l'immobile è stato acquistato al giusto prezzo e in quella casa verrà fissata la residenza.
Maggiori informazioni: http://www.centroconsumatori.tn.it/139d628.html


TUTELA DEI DATI PERSONALI

Nuove garanzie a tutela dei dati sensibili: nasce "l'avvertenza di rischio" per i siti dedicati alla salute
Il Garante della Privacy, alla luce dell'aumento dell'utilizzo di blog,
social network e forum quali strumenti di comunicazione e di informazione, ha introdotto linee guida per i siti dedicati alla salute. La maggior parte delle persone infatti di fronte a qualche sintomo o ad una certa diagnosi, cerca online informazioni ed esperienze altrui per trovare una risposta o magari mettersi in contatto con chi la stessa esperienza la ha già vissuta.
Il problema è però quello della possibile identificazione dell'utente e
dunque della sua patologia. I gestori di siti web dedicati esclusivamente alla salute ad esclusione però dell'assistenza sanitaria online e della telemedicina, devono inserire nella home page una specifica "avvertenza di rischio" che informi l'utente sul rischio che comporta l'inserimento di dati sensibili in collegamento a dati identificativi e che fornisca gli avvertimenti necessari a tutela della riservatezza. Gli utenti, mediante lo sbarramento di una specifica casella, dovranno dare conferma della lettura di tale avvertenza.
Maggiori informazioni: http://www.garanteprivacy.it

SOSTENIBILITA'

Regalate fiori eco-sostenibili!
Una buona parte del volume d'affari dei commercianti di fiori viene
realizzato di solito in occasione e grazie alle ricorrenze come la Festa
della donna, ma non solo! Chi però potesse scegliere di regalare fiori del commercio equo e solidale, può essere sicuro che il suo regalo non andrà a discapito dei diritti dei lavoratori e dell'ambiente. Regalare dei fiori è l'espressione di un sentimento che non necessita di parole. Ma se questi fiori potessero parlare, e ci potessero narrare la storia della loro provenienza, sicuramente a più d' una donna (o uomo!) passerebbe la gioia di averli ricevuti in dono. Per estendere ancora di più in Trentino questa buona prassi, i produttori, grossisti e i dettaglianti possono rivolgersi a "Flair Flower Fair Plants"
Maggiori informazioni: <link url=" http://www.fairflowersfairplants.com/ "> http://www.fairflowersfairplants.com/</li

IL CASO DEL MESE

1000 Euro in pochi mesi per abbonamenti a loghi e suonerie mai richiesti!
Si è rivolto al CRTCU un cliente di una società di telefonia che aveva aderito ad un contratto in abbonamento con smartphone e addebito su carta di credito. Purtroppo solo dopo diversi mesi, si è accorto che invece dei 60 Euro mensili previsti gliene stavano addebitando il triplo! Dal servizio clienti era venuto a sapere che si trattava di abbonamenti a servizi di loghi, suonerie e news. Il servizio clienti però nulla aveva fatto, nonostante la segnalazione, per bloccare tali invii. Mentre il malcapitato, abbandonato a sé stesso, non era riuscito a risalire alle società che offrivano direttamente il servizio. Quali i consigli del CRTCU?
1. Quando attivate un nuovo abbonamento e avete uno smartphone, ricordatevi di attivare il blocco verso tutti i numeri a sovrapprezzo: con gli smartphone infatti è più facile attivare per sbaglio questi servizi.
2. Non rispondete mai per nessun motivo ad sms che provengono da
numerazioni che non conoscete e che iniziano soprattutto con decade 4.
3. Cercate sul web il numero che vi appare sul cellulare e individuato il sito cercate le modalità di disattivazione
4. Mandate una raccomandata con avviso di ricevimento al vs. operatore contestando la fattura e prima della scadenza, pagate la differenza, tralasciando l'importo contestato
5. Se pagate con carta di credito fate comunque la raccomandata, con
richiesta di restituzione di quanto vi verrà ingiustamente addebitato. Se dopo un mese non avete risposta o risposta negativa attivate la conciliazione.









 
 

stamparespedireTop
Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti - via Petrarca, 32 - 38100 Trento
Tel. 0461-984751 | Fax 0461-265699 | Orario: Lun - Ven 10 - 12 e 15 - 17
www.centroconsumatori.tn.it | info@centroconsumatori.tn.it