Vacanze (as)sicur(at)e?!

  1. Vai alla navigazione
  2. Vai all navigazione secondaria
  3. Vai al contenuto
 
 
 
Vacanze (as)sicur(at)e?!
 
www.centroconsumatori.tn.it/145d274.html
 

Navigazione secondaria

Viaggi & tempo libero
 

Contenuto

VACANZE (AS)SICUR(AT)E?!

Assicurazione viaggi: vacanze (as)sicur(at)e?!

Perdere il bagaglio o avere bisogno di un medico mentre si è in vacanza, dover disdire un viaggio all’ultimo momento o subito dopo averlo prenotato: sono inconvenienti che purtroppo possono capitare . Per “limitare i danni”, meglio procurarsi un’adeguata copertura assicurativa.

Assicurazione in caso di annullamento

Avete prenotato un viaggio, ma non Vi è possibile partire per una banale influenza dell’ultima ora oppure perché Vi siete fatti male o sfortunatamente avete subito la perdita di una persona cara: attenzione perché, nonostante i motivi siano più che legittimi, il recesso dal contratto Vi costerà comunque qualcosa. Quanto?
I costi di un eventuale recesso possono essere anche molto elevati, soprattutto se la disdetta avviene poco prima della partenza e possono arrivare persino al 100% del costo complessivo del viaggio. Per questo motivo molte agenzie viaggi, al momento della prenotazione, propongono ai loro clienti di concludere un’assicurazione che copra i costi di un eventuale annullamento del viaggio. Questo tipo di assicurazione deve essere stipulato non oltre 8 giorni dalla data di prenotazione del viaggio. Se l’assicurazione non viene stipulata contemporaneamente alla prenotazione del viaggio, fra la decorrenza dell’assicurazione e l’inizio del viaggio dovranno intercorrere almeno 28 giorni.

Contenuto dell’assicurazione
L’assicurazione per il recesso dal contratto di viaggio copre le spese di annullamento nel caso di morte, infortunio o malattia dell’assicurato, di un suo familiare o di altra persona indicata nella polizza. Altri motivi possono essere: motivi di lavoro (p.es. licenziamento, spostamento delle ferie voluti dal datore di lavoro), oppure nel caso di danni materiali all’immobile dell’assicurato. Di solito queste polizze prevedono un cd. “scoperto” o “franchigia”, a carico dell’assicurato, pari a ca. il 10-20% del costo coperto.
Attenzione ai pacchetti assicurativi acquistati contestualmente alla prenotazione del viaggio: costano poco, ma scarse sono anche le prestazioni ivi offerte!

Cause di esclusione dall’assicurazione
Fra le cause di esclusione previste, tale assicurazione non copre normalmente il recesso dal viaggio, quando questo è dovuto ad una malattia cronica, ad una malattia che è stata oggetto di cura già sei mesi prima dell’effettuazione del viaggio o ad una malattia causata da uso di farmaci o alcolici.
Attenzione: la gravidanza non è considerata una “malattia”, perciò l’assicurazione, di solito, non copre il recesso dovuto a tale motivo!
Non sono altresì coperti recessi dovuti a casi di guerra, catastrofi, atti di sabotaggio o terrorismo, sciopero.

Cosa fare in caso di sinistro?
Contattate subito (meglio se per iscritto) l’agenzia viaggi e la compagnia assicuratrice. I termini per la denuncia concessi sono solitamente molto brevi.

Assicurazione per il bagaglio

Queste assicurazioni sono generalmente ben lontane dal coprire ogni danno risultante dalla perdita del Vostro bagaglio. La somma assicurata varia comunque da compagnia a compagnia.
Inoltre le compagnie assicurative sono pronte a contestarVi in maniera molto drastica il modo in cui avete custodito il Vostro bagaglio: ad esempio non Vi è assolutamente consentito lasciare le valigie in macchina durante la notte!

Contenuto dell’assicurazione
L’assicurazione comprende l’intero bagaglio e tutto ciò che ci si porta addosso e/o si tiene nei vestiti. Quando le Vostre valige arrivano a destinazione dopo di Voi e comunque con almeno 24 ore di ritardo, l’assicurazione Vi consente di acquistare vestiti ed altri oggetti necessari, di uso quotidiano, fino ad un certo importo (anche qui sono fissati massimali differenti). Questi acquisti vanno documentati con ricevuta o scontrino.
Fino alla metà del massimale sono coperti gioielli, macchine fotografiche e apparecchi tecnici. L’assicurazione può coprire sia la perdita che il danneggiamento, dovuti ad esempio a furto, rapina o incidente.

A cosa bisogna far attenzione
Gioielli, orologi, macchine fotografiche o telecamere con accessori vanno, se possibile, depositati in cassaforte, qualora non vengano portati addosso o a mano. In auto, il bagaglio è assicurato soltanto di giorno e solo se si trova nel bagagliaio; inoltre esso non deve essere visibile dall’esterno. Importante anche che il bagagliaio abbia una chiusura a parte!
Di notte, invece, i bagagli sono assicurati soltanto se la macchina viene posteggiata in un garage chiuso a chiave. Non basta quindi aver parcheggiato in un garage pubblico o in un parcheggio a pagamento.

Attenzione: alcune assicurazioni, alla perdita di una parte del bagaglio, non risarciscono l’intero danno fino al massimale, ma solo un importo parziale fissato in polizza (e questo anche se il valore dell’oggetto smarrito risultasse superiore!).

Esclusioni dall’assicurazione
L’assicurazione non copre la perdita di denaro, assegni, libretti di risparmio, biglietti, documenti, armi e accessori di vetture. Sono altresì esclusi dall’assicurazione danni provocati dall’assicurato in modo colposo o doloso: ad esempio quando avete dimenticato qualcosa o non lo avete custodito bene. Anche i danni dovuti a rottura, logoramento o deperimento del bene, o danni dovuti ad un cattivo imballaggio o ad una chiusura impropria sono normalmente esclusi dal risarcimento.

Cosa fare in caso di sinistro?
Dovete subito avvisare l’albergo presso cui alloggiate o l’impresa responsabile del trasporto. Se il bagaglio è stato perduto o danneggiato per un furto o un incidente stradale, è necessario avvisare anche l’autorità di polizia. In ogni caso va sempre informata la compagnia assicuratrice e questo quanto prima.

Assicurazione contro gli infortuni e le malattie in viaggio

Quasi tutte le agenzie di viaggi, insieme al viaggio, Vi offrono un’assicurazione che copre anche gli infortuni e le malattie che possono verificarsi durante il viaggio e ciò soprattutto quando Vi recate all’estero. Un Paese che non fa parte della Unione Europea e/o non esiste nessuna convenzione bilatarele per i trattamenti medici con l’Italia. A chi piace viaggiare più volte all’anno per un periodo di qualche settimana, conviene stipulare un’assicurazione contro infortuni e mallattia in viaggio per tutto l’anno in quanto meno costosa che assicurarsi per ogni singolo viaggio.

Contenuto dell’assicurazione
Tale tipo di assicurazione copre - a certe condizioni - i seguenti costi che risultano dovuti ad un infortunio o ad una malattia: l’assistenza medica, il trasporto ospedaliero, i medicinali, gli interventi chirurgici, le spese ospedaliere generali, il prolungamento del soggiorno (se necessario), il rimpatrio (anche anticipato) dell’assicurato ed il trasporto, sia in andata che in ritorno, di un familiare.
Attenzione: è molto importante leggere attentamente le condizioni d’assicurazione, perché per alcune prestazioni è previsto uno “scoperto”, per altre è previsto un sub-massimale e per altre ancora è fissata un’età massima.

Esclusioni dall’assicurazione
Sono escluse dall’assicurazione le malattie psichiche e quelle croniche, le malattie causate dall’uso di farmaci o alcolici, ogni tipo di sport pericoloso e le catastrofi naturali.

Siti utili
Il sito www.viaggiaresicuri.mae.aci.it dell’ACI contiene informazioni utili sulle malattie e sulle vaccinazioni necessarie nei diversi Paesi del mondo. Altri siti utili a proposito delle malattie in viaggio sono: www.travelclinic.it del Centro di Profilassi e Vaccinazioni Internazionali Diagnosi e Cure delle Malattie del Viaggiatore e www.esteri.it del Ministero degli affari esteri.

Cosa fare in caso di sinistro?

Avvisate subito telefonicamente la compagnia assicurativa. RicordateVi di farVi rilasciare una ricevuta per ogni spesa da Voi sostenuta.

Vademecum

  • Al fine di evitare brutte sorprese, nel malaugurato caso di un sinistro prima o durante il viaggio, si consiglia di leggere attentamente le condizioni generali del contratto di viaggio e quelle del contratto di assicurazione.
  • Spesso i contratti d’assicurazione prevedono certe formalità per le comunicazioni in caso di sinistro: è sempre opportuno adempierle per non perdere diritti!
  • Controllate che le date di partenza e di arrivo siano comprese nella durata dell’assicurazione.
  • Fate due fotocopie di tutti i documenti importanti che portate con Voi in viaggio: una conservatela a casa, l’altra nella valigia!
  • Alcune carte di credito comprendono assicurazioni per il viaggio: anche qui dovete leggere bene le condizioni, per evitare di stipulare “doppie” assicurazioni.
  • Alcune organizzazioni di soccorso prevedono per i loro associati il servizio del rimpatrio sanitario. Anche qui è bene informarsi prima sulle modalità e l’estensione di tale servizio.
  • Per tutti i viaggi entro l’UE è consigliabile portare con sé la tessera europea di assicurazione malattia (TEAM) che vale come prova della Vostra assicurazione in un Paese UE, e Vi dà diritto all’assistenza medica di base nel Paese che Vi ospiterà.



Foglio info VT01
Situazione al 24.05.2017
 
 

stamparespedireTop
Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti - via Petrarca, 32 - 38100 Trento
Tel. 0461-984751 | Fax 0461-265699 | Orario: Lun - Ven 10 - 12 e 15 - 17
www.centroconsumatori.tn.it | info@centroconsumatori.tn.it