Motorini truccati

  1. Vai alla navigazione
  2. Vai all navigazione secondaria
  3. Vai al contenuto
 
 
 
Motorini truccati
 
www.centroconsumatori.tn.it/147d265.html
 

Navigazione secondaria

Assicurazione & previdenza
 

Contenuto

Motorini truccati*

I problemi con l'assicurazione in caso di sinistro
Una clausola nel contratto di assicurazione per premunirsi contro il rischio di disastro finanziario

Migliaia di minorenni guidano motorini truccati che, a norma di legge, richiederebbero il possesso della patente "A". In caso di incidente, le compagnie assicuratrici possono esercitare azione di rivalsa, a meno che ciò non sia espressamente escluso nel contratto.

L'articolo 52/1 del Codice della strada definisce i ciclomotori (ovvero i "motorini") come veicoli con le seguenti caratteristiche:

a) motore di cilindrata non superiore a 50 centimetri cubici
b) capacità di sviluppare una velocità fino a 45 chilometri orari.

Tali specifiche tecniche devono essere strettamente osservate dal costruttore e non possono essere modificate.

Il Codice della strada ribadisce il concetto poco più avanti: "Detti veicoli, qualora superino il limite stabilito per una delle caratteristiche indicate nei commi 1 e 2, sono considerati motoveicoli" (art. 52/4). Ciò significa che devono anche essere assicurati come tali e che il conducente deve essere munito della relativa patente di guida (categoria A).

In realtà, migliaia di minori circolano ogni giorno sulle nostre strade con i loro motorini a velocità ben superiori a quella consentita dalla legge.

In caso di incidente riconducibile a modifiche apportate al motorino, i genitori del minore responsabile rischiano di andare incontro a spese considerevoli, poiché l'assicurazione può esercitare azione di regresso sull'assicurato per il recupero dell'indennizzo pagato.

Esiste tuttavia una clausola che esclude tale eventualità. Affinché sia valida, questa clausola deve essere espressamente indicata nel contratto assicurativo nella seguente formulazione:

"La compagnia assicuratrice, in deroga alle Condizioni generali di assicurazione, rinuncia al diritto di rivalsa ai sensi dell'articolo 18 Legge n. 990/1969, applicabile qualora il ciclomotore assicurato presenti caratteristiche diverse da quelle previste dall'articolo 52/b del Codice della strada."

Il nostro consiglio è dunque di verificare la presenza di tale clausola nella vostra polizza e, se del caso, stipulare un'assicurazione che la contenga espressamente. In questo modo eviterete il rischio di incorrere in grosse spese o, peggio, in un disastro finanziario.

*“TRUCCARE” indica qualsiasi tipo di intervento – meccanico e non – avente come risultato una maggiore velocità del ciclomotore, senza aumentarne la cilindrata.

Foglio info AP04
Situazione al 20.04.2017
 
 

stamparespedireTop
Centro di Ricerca e Tutela dei Consumatori e degli Utenti - via Petrarca, 32 - 38100 Trento
Tel. 0461-984751 | Fax 0461-265699 | Orario: Lun - Ven 10 - 12 e 15 - 17
www.centroconsumatori.tn.it | info@centroconsumatori.tn.it